PREMIO ARTE DI MARCA – SECONDA EDIZIONE

Torna ARTE DI MARCA, giunto alla sua seconda edizione, ideato e realizzato all’interno di Laboratorio41.

La mostra verrà inaugurata il 19 Giugno alle ore 21, prevede la partecipazione di 15 AUTORI realizzando poi un catalogo con le opere dei partecipanti.

Il legame con il territorio e la capacità di farsi specchio del presente, di interpretare la contemporaneità attraverso i diversi linguaggi dell’arte saranno ancora al centro della rassegna, occasione che dall’ambito regionale si pone come spunto per una riflessione più ampia, un confronto che si va ad inserire all’interno del panorama artistico nazionale.

Ciascun artista avrà la possibilità di esporre dalle 5 alle 8 opere, a seconda delle dimensioni delle stesse.
Una giuria composta da David Miliozzi, critico d’arte, Roberta Ruggeri, poetessa, e Paola Gennari, critica e giornalista, Valerio Valeri, scultore, selezionerà nell’ordine di primo, secondo e terzo gli autori vincitori del Premio.
Il primo premio consiste in una mostra personale presso Laboratorio41, della durata di due settimane, comprensiva di monografia con presentazione critica e comunicazione relativa all’evento. Il secondo e terzo premio consistono in un dittico presso Laboratorio41, comprensivo di presentazione critica e comunicazione relativa all’evento.

Sono aperte le selezioni per aderire al PREMIO ARTE DI MARCA. Per maggiori informazioni scrivere a cristinasoldano@laboratorio41.com

 

 

 

ORTOGONALE MINIMA di Paolo Tosti

 

La galleria Laboratorio41 ospita la mostra personale di Paolo Tosti, inaugurata Domenica 10 Aprile 2016, alle ore 18.

Il lavoro dell’artista è ispirato alle archeologie industriali ed urbane dismesse; ogni opera racconta una storia, ciascun materiale, scelto con cura, ha valore non solo estetico, ma anche culturale.

“Le sculture di Paolo Tosti sembrano siano state scolpite dal tempo, un tempo che l’artista ferma in un preciso momento: un tempo assoluto. Proprio per questo, i vuoti, i pieni, i volumi, le ombre, assumono forme infinite nello spazio.” afferma Paola Gennari, che ne ha curato la presentazione.

La mostra accoglie circa 50 opere, un percorso completo all’interno della produzione dell’artista, tra disegni che rappresentano la fase preliminare, immediatamente precedente all’azione, e sculture, elaborato finale di questo percorso emotivo, attraverso la memoria.

L’allestimento divide in due parti immediatamente riconoscibili la galleria. La linearità e chiarezza dell’esposizione del piano terra si contrappongono alla resa scenica del piano superiore; qui luci e ombre creano una suggestiva atmosfera primordiale in cui le opere sono immerse, riuscendo ad esaltare ed interpretare al meglio l’opera e, contemporaneamente, a suggerire al visitatore le svariate chiavi di lettura possibili delle stesse. Durante l’inaugurazione il piano superiore offriva anche la proiezione del video di Roman Stezek ispirato all’opera di Tosti.

L’esposizione rimarrà aperta fino al 24 Aprile 2016, visitabile presso il Laboratorio41 dalle ore 18 alle 20.